Il leopardo delle nevi, o irbis, appartenente alla famiglia dei felidi e rientra nella sottofamiglia dei panterini. Nonostante il nome, è un lontano parente delle tigri.

Caratteristiche

Generalmente un adulto pesa dai 27 ai 55kg ma sono stati riscontarti casi di maschi adulti di 75kg. Il corpo va dai 75 ai 130cm ai quali si aggiunge la possente coda: altri 80/100cm. La coda è una caratteristica importante in questo animale. Viene usata come timone per cambi di direzione rapidi e come stabilizzatore negli scatti che fanno per cacciare le prede.

La pelliccia è notevolmente fitta in inverno per proteggerlo dalle rigide temperature esterne e un po’ più rada in estate. I colori vanno dal grigio-fumo al marroncino-giallastro e la parte inferiori e sotto le zampe è completamente bianca. Come il leopardo, la sua pelliccia è ricopera di macchie marroni o nere. Diversamente dagli altri felini, ha gli occhi verdi chiaro o grigi. Anche le orecchie hanno dimensioni ridotte per essere meno sensibili al freddo.

Questo felino può emettere sibili, miagolii, ringhi e guaiti. Può anche fare le fusa ma non è in grado di ruggire.

Dove vive il leopardo delle nevi

L’irbis vive sugli altipiani e nelle alte vallate dei principali monti dell’Asia centrale. A nord si estende fino ai Monti Altai e Saianie arrivando fino alla Mongolia e alla Cina Occidentale. Solitamente staziona tra i 3000 e i 5400 metri di altitudine.

Riproduzione

Sempre a causa delle rigide condizioni climatiche in cui vive, il leopardo delle nevi, al contrario degli altri felini, si accoppia solo il un determinato periodo. La stagione degli amori infatti, va da gennaio a metà marzo. La gestazione dura  circa tre mesi e i cuccioli nascono in corrispondenza dell’estate, il pediodo più mite. La cucciolata va dai due ai quattro esemplari che la madre nasconde, per le prime settimane, in caverne o comunque luoghi nascosti e protetti. Dopo circa cinque settimane riusciranno a camminare e a 10 saranno completamente svezzati. Staranno con la madre fino a quando non saranno completamente indipendenti, a circa 18-22 mesi.

Minacce e sostentamento

Il leopardo delle nevi caccia nelle ore notturne. Le sue prede sono uccelli, roditori (per esempio scoiattoli di terra e pika), cervi, stambecchi e cinghiali. Caccia le sue prede rimanendo nascosto grazie alla sua capacità di mimetizzarsi nella neve e quindi salta addosso alla preda quando questa è abbastanza vicina, prendendola di sorpresa.

l leopardo delle nevi è stato ferocemente cacciato in passato per la sua pelliccia.
Oggi la principale minaccia è legata alla scomparsa del suo habitat in quanto i mandriani stanno trasferendo le loro greggi nei territori del leopardo. Ciò significa che quando il leopardo non riesce a cibarsi delle sue prede abituali, caccia il bestiame d’allevamento provocando la reazione dei pastori che non esitano ad ucciderlo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAllevare faraone in voliera come all’aperto
Articolo successivoLa tigre, il predatore all’apice della catena alimentare
Passione animali vi tieni aggiornati sul mondo degli animali domestici e non, vi da informazioni sulla cura del vostro animale, idee, consigli per gli acquisti, valutazione di prodotti, esperienze e molto altro. ATTENZIONE - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Contattaci: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO