Le zecche possono trasmettere malattie gravi, raramente possono portare anche alla morte del nostro animale domestico per questo è importante rimuovere le zecche il prima possibile.

Le più importanti malattie trasmesse dalle zecche sono:

  • Erlichiosi: malattia che colpisce il cane e può essere trasmessa anche all’uomo. Si manifesta con febbre alta, sonnolenza, perdita dell’appetito, dimagrimento e altri sintomi a carico del sistema nervoso e dell’apparato scheletrico.
  • Piroplasmosi o Babesiosi: grave malattia che nel cane si manifesta con febbre, abbattimento, anemia e ingrossamento della milza.
  • Anaplasmosi: malattia che colpisce il cane e può essere trasmessa anche all’uomo. Si manifesta con febbre alta, sonnolenza, perdita dell’appetito, dolorabilità muscolare e articolare, sintomi gastroenterici e nervosi.
  • Borrelliosi o Malattia di Lyme: può colpire il cane e talvolta anche l’uomo. Nel cane, produce sintomi quali febbre, malessere generalizzato, dolori articolari e zoppia.
  • Rickettsiosi: malattia che colpisce il cane e può essere trasmessa anche all’uomo. Si manifesta con febbre, sonnolenza e a volte dolore articolare

Il miglior modo per prevenire tali malattie è liberarsene subito.
 
Quello che vi serve:

  •   Guanti 
  •   Pinzette a punta
  •   Guanti in lattice o gomma
  •   alcol
  •   Vaso o contenitore con coperchio

 
Procedura per la rimozione di una zecca:

Fase 1: Indossate i guanti.

Le zecche portano agenti infettivi che possono infiltrarsi nel flusso sanguigno di un essere umano attraverso ferite nella pelle. E ‘meglio andare sul sicuro e indossare guanti protettivi.

Fase 2: cercate di tenere molto tranquillo il vostro gato o cane

Drovete fare in modo che il vostro animale sia molto rilassato. Altrimenti fatevi aiutare a tenerlo fermo da una seconda persona.

Fase 3: Posizionare le pinzette.

Prendete le pinzette e afferrate la zecca il più vicino possibile alla pelle del vostro animale. Fate attenzione a non pizzicare la pelle!

zecche_pinzette

Fase 4: Estrarre la zecca.

Usando una pressione costante tirare fuori la zecca con un movimento rettilineo. Non torcere o scuotere le mani, dobbiamo evitare di lasciare . Se la testa è rimasta attaccata alla cute dovremo rimuoverla con un ago sterile come si fa solitamente con le spine oppure rivolgerci al nostro medico.

Fase 5: Uccidi la zecca

Uccidi la zecca mettendola in un contenitore con alcool. Una volta che la zecca è morto, la maggior parte dei veterinari consiglia di conservarla nel contenitore con un coperchio in caso il vostro animale domestico inizia a mostrare i sintomi della malattia.

Passo 6: Disinfettare il morso.

Utilizzare spruzzo antisettico o salviette per disinfettare il morso e tenere d’occhio su di esso per segni di infezione. Se il sito morso rimane rosso o si infiamma, fissare un appuntamento con il veterinario.

Passo 7: premiare il vostro animale domestico.

Dopo aver rimosso la zecca dal vostro cane o gatto, lodare il tuo animale domestico con il suo cibo preferito!

 
Nei giorni successivi tieni d’occhio il tuo animale domestico

Controlloare se dimostra strani sintomi tra cui una riluttanza a muoversi, febbre, stanchezza, perdita di appetito e nodi linfatici gonfi. Se il vostro animale mostra uno di questi sintomi, fissare un appuntamento con il vostro veterinario immediatamente.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMostra per la presentazione del Calendario LAV 2017 a MIlano
Articolo successivoIl mio cane trema e sembra avere brividi, possibili cause e cure
Passione animali vi tieni aggiornati sul mondo degli animali domestici e non, vi da informazioni sulla cura del vostro animale, idee, consigli per gli acquisti, valutazione di prodotti, esperienze e molto altro. ATTENZIONE - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Contattaci: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO